NEL 35° DELL'A.S. SAN CORRADO

Non lo diciamo certo per farci "belli" perchè non avrebbe alcun senso pastorale! Ma certamente "siamo più unici che rari" poter affermare che la nostra parrocchia può essere orgogliosa di aver svolto e realizzato per tanti anni un forte impegno cristiano e sociale a favore di tanti bambini, ragazzi e giovani che hanno trovato in parrocchia la possibilità di godersi ore e ore di gioco e di divertimento per la loro crescita fisica, morale e spirituale.

In realtà, nel lontano 1976, quando alcuni volenterosi par­rocchiani assieme al sottoscritto, si sono trovati per dare inizio all'attività l'A.S. San Corrado, che da allora è proseguita con fedeltà, impegno e sacrifici. E ciò si è potuto realizzare perchè per tutti c'era un desiderio di bene per tanti e tanti ragazzi della parrocchia e del quartiere che non potevano essere lasciati "soli". E così siamo stati, alla luce di quanto è stato realizzato, profeti e pionieri! E i fatti ci hanno dato ragione! Ora abbiamo fatto "l'occhio" nel vedere giornalmente tanti ragazzi che in tutti gli spigoli dell'area parrocchiale, si divertono un mondo sui campi da calcio, pista di pattinag­gio, campo di pallavolo.

Ed è stato motivo di orgoglio per noi anche il riconoscimento del Coni che ci è stato dato nel 1981 assegnando all'A.S. San Corrado la "TARGA D'ORO" per l'impegno e l'intensa attività profusa dalla parrocchia nel settore sportivo e ricreativo.

In altra parte del Bollettino si potrà leggere lo sviluppo della nostra attività e delle realizzazioni di tante strutture senza le quali certamente non avremmo potuto fare quello che è stato fatto: un area di 30 mila metri quadrati. quasi tutto a servizio per il bene di tanti ragazzi.

Ma il nostro sarebbe un "discorso" monco se dimenticassimo di dire che lo abbiamo potuto realizzare perchè sacerdoti, parrocchiani, genitori, dirigenti, allenatori dell'A.S. San Corrado si sono sentiti uniti negli intenti e nell'impegno per poter realizzare quanto si erano proposti E lo abbiamo potuto fare: "Viribus unitis", (con le forze unite). E oggi, dopo 35 anni dobbiamo ringraziare queste persone, alcune delle quali purtroppo non sono più tra noi! Grazie!!! Ma un grazie a Dio, cioè prima di tutto a Lui. Perchè solo Dio, datore di ogni bene, ha in mano i suoi "ferri del mestiere" che sono la sua gente, che è il suo popolo, e la nostra parrocchia, dove tanti bambini e ragazzi, nel gioco e nel divertimento hanno fatto parte della sua vita. E questo è valso anche per tutti i bambini che hanno varcato il cancello della parrocchia e trovato spazio e possibilità di vivere ore felici nel gioco.

A questo punto bisogna però sottolineare ancora una volta il forte impegno dell'A.S. San Corrado cioè di quel settore della vita parrocchiale che ha offerto la possibilità a centinaia di ragazzi. organizzati nell'attività del calcio, negli allenamenti e negli incontri di socializzare in amicizia.

E tutto è iniziato nel lontano ottobre del 1976 quando si è data vita all'Associazione San Corrado e gli stessi dirigenti vollero in quell'occasione dare il nome del nostro Patrono a cui è dedicata la parrocchia: S. Corrado, non per motivi campanilistici ma per sot­tolineare che volevano fare dello Sport un mezzo per la crescita morale e spirituale dei nostri ragazzi e giovani. In quella occasione si sottolineavano le parole del Papa Pio XII: "Lo Sport va incentivato e aiutato perchè è una palestra di formazione morale, civile e sociale. E noi, con luci ed ombre, in questi 35 anni, abbiamo cercato di fare Sport in questo modo.

Don Pietro